Riunione AIACS-Assoagenti del 13/09/17

Si è tenuta quest’oggi, 13 settembre 2017, presso la sede in via Omboni 6 a Milano, la riunione dell’A.I.A.C.S. – Assoagenti.

Alla presenza del Presidente Galli e di tutti i consiglieri, è stato fatto un consuntivo del recente appuntamento di Calciomercato, svoltosi presso l’Hotel Melià di Milano, che ha visto l’ AIACS – Assoagenti presente con un presidio a disposizione dei procuratori e degli associati.

Tra i numerosi temi all’ordine del giorno si è stabilito di indire una assemblea associativa, da tenersi entro la fine dell’anno; si è sottolineata la continuità dei rapporti ed il rinsaldarsi del proficuo legame con l’A.I.C. e, soprattutto, si è discusso dell’imminente incontro in programma con i vertici della F.I.G.C..

Comunicato sui termini del calciomercato estivo

L’A.I.C.S. Assoagenti accoglie con particolare interesse e piacere la notizia di un termine fissato dalla F.A., su richiesta dei club di Premier League, al periodo di calciomercato estivo. Tale soluzione è stata da sempre suggerita e sostenuta dall’ AIACS – Assoagenti che ritiene inutilmente esteso il tempo dedicato alle trattative di calciomercato spesso coincidente con le prime giornate di campionato ovvero qualificazione di coppe europee. L’AIACS – Assoagenti ribadisce la necessità, anche per l’Italia, di ridurre i periodi di trattative, fissando un termine ultimo precedente l’inizio ufficiale della stagione sportiva. L’AIACS- Assoagenti auspica che vi possa essere unanimità di intenti tra le varie federazioni europee così da determinare un periodo unico di trattative.

L’A.I.A.C.S. replica a De Laurentiis

L’AIACS Assoagenti si vede costretta, ancora una volta, ad intervenire per contestare le dichiarazioni che ledono la professionalità e l’immagine dei procuratori sportivi. Il recente intervento del Presidente Aurelio de Laurentiis, riportato dagli organi di stampa, offende i tanti procuratori che svolgono il proprio lavoro con serietà e professionalità. Sono gli stessi procuratori sportivi ai quali il Presidente de Laurentiis si rivolge frequentemente, in via diretta o tramite i propri collaboratori, per portare avanti e concludere trattative che gli hanno consentito di costruire una squdra molto competitiva. Affermare pertanto che “gli agenti fanno il bello ed il cattivo tempo” risulta non corretto e soprattutto non vero. I procuratori sportivi, ricordiamo professione non abusiva ma normativamente riconosciuta e disciplinata, sono obbligati a fare gli interessi dei

Continua…