L’A.I.A.C.S ASSOAGENTI OSPITE AL FORUM SUL CALCIOMERCATO ORGANIZZATO DAL CORRIERE DELLO SPORT

Si è svolto martedì 17 dicembre, organizzato dal Corriere dello Sport, in collaborazione con il C.N.I.F.P. , Comitato Nazionale Italiano Fair Play e l’A.G.I., Associazione Giuristi Italiani, un interessante forum avente ad oggetto  ” fair play e riforma del calciomercato”. L’A.I.A.C.S. era presente con il vice presidente Giovanni Branchini e con i consiglieri Silvio Pagliari e Raffaele Rigitano. Inoltre hanno partecipato le altre associazioni istituzionali di categoria quali l’A.DI.S.E. , l’A.I.C., l’Associazione Allenatori Calcio, Avvocaticalcio. Dai lavori sono scaturite proposte interessanti quali la riduzione dei tempi del calciomercato estivo entro e non oltre il 31 luglio di ogni anno e possibilimente anche il periodo della finestra di mercatoinvernale . Si è prospettata anche l’ipotesi di creare un calciomercato itinerante individuando delle sedi più confortevoli e

Continua…

L’A.I.A.C.S. replica a “La Gazzetta sportiva”

                                               In riferimento all’articolo pubblicato dalla Gazzetta Sportiva a pagina 13 del giorno 15 dicembre 2013, dal titolo “ Spunta la tassa sui procuratori. Ma chi la paga?” a firma Alessandro Catapano e Valerio Piccioni, agli ultimi righi si legge “ io invece temo – racconta un altro autorevole addetto ai lavori – che i club finiranno per pagare il 15% in più e gli agenti continueranno a portare i soldi delle loro commissioni all’estero”. Tali espressioni virgolettate, tra l’altro senza alcun riferimento a soggetto che le abbia pronunciate, rappresentano per la categoria degli agenti rappresentata dall’ A.I.A.C.S. – Assoagenti un grave

Continua…

Rinnovo attività di Agente di Calciatori anno 2014

Ricordiamo a tutti gli associati le modalità di mantenimento della licenza di Agente di Calciatori:

a) versamento entro il 31/12/2013 della quota annuale di Euro 250,00 da effettuarsi o tramite bollettino di conto corrente postale sul conto n°39666003, intestato a “F.I.G.C. – Roma” o tramite bonifico bancario a “FIGC – codice IBAN IT73R0100503309000000010000: in ogni caso, alla voce casuale, è obbligatorio specificare “quota agenti 2014”;

b) rinnovo entro il 31/12/2013 della polizza assicurativa di responsabilità professionale, rilasciata da compagnia di primaria importanza nazionale o comunitaria, attestante la copertura assicurativa dal 31 dicembre 2013 al 31 dicembre 2014;

c) invio dell’attestazione degli adempimenti di cui ai punti a) e b), con raccomandata a.r, entro il 31 gennaio 2014 alla FIGC – Commissione Agenti di Calciatori Via

Continua…

EMENDAMENTO DDL STABILITA’ , COINVOLTA L’ATTIVITÀ DI AGENTE

La Commissione Bilancio della Camera ha approvato un emendamento del PD al ddl sulla stabilita’. Tale provvedimento prevede che il 15% del compenso versato dalle società agli agenti per l’attività’ espletata da questi ultimi nel tesseramento dei calciatori, propri assistiti, sara’ considerata come una parte extra dello stipendio complessivo del calciatore e quindi sottoposto alla tassazione con aliquota massima applicabile. Da questo 15% potrà’ essere sottratta la somma che il calciatore dimostrerà’ di aver pagato al suo agente per la trattativa. Si tratta di una disposizione che si applicherà ai calciatori così come agli atleti di altre società professionistiche.   

L’emendamento stabilisce pertanto un prelievo automatico, determinando che il 15% dei compensi versati dalle società’ agli agenti costituisce parte dello stipendio del calciatore e pertanto tali

Continua…

Convegno Assolombarda ” CALCIO , GIOCO O INDUSTRIA?” L’A.I.A.C.S. presente con il presidente Carpeggiani

Si e’ svolto oggi presso la sede milanese di Via Pontano il convegno organizzato dall’Assolombarda dal tema “Calcio, gioco o industria”.

 

Interessanti le tematiche affrontate che confermano di come il calcio sia un asset di primaria importanza e sul quale investire in termini di risorse economiche e di professionalita’.

 

L’A.I.A.C.S., invitata all’evento per offrire un contributo di esperienza, era rappresentata dal Presidente Bruno Carpeggiani, il quale ha sottolineato i passi fatti dall’Associazione per chiarire e risolvere i problemi di carattere fiscale che hanno coinvolto gli agenti negli ultimi tempi. Il Presidente ha  sottolineato, tra l’altro, come gia’ agli inizi degli anni 2000 gli agenti, pur assistendo i calciatori tramite  le procure conferite, erano comunque pagati per il loro mandato dalle societa’, consuetudine assolutamente

Continua…